iten
iten

premi / giuria 2018

Premi e vincitori di “Firenze Archeofilm 2018”:

 

Premio “Firenze Archeofilm”
al documentario più votato dal pubblico
assegnato a:

“Le mystérieux volcan du Moyen-Âge”
Il misterioso vulcano del Medioevo
Regia: Pascal Guérin

Nazione: Francia
Durata: 52’
Anno di produzione: 2017
Produzione: Kwanza, CNRS Images, Blink Films, IRD 
Consulenza scientifica: Franck Lavigne, LGP CNRS Meudon, Jean-Christophe Komorowski, IPGP, CNRS, Myriam Khodri, IRD

Premio “Università di Firenze”

Giuria composta da tre docenti dell’Ateneo: Fabio Martini (Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo), Silvia Pezzoli (Scienze della comunicazione), Federico Pierotti (Storia del cinema)
assegnato a:

“La casa dei dirigibili. L’Hangar di Augusta tra passato e presente”
regia di Lorenzo Daniele, Italia, riedizione 2016

Originale e innovativo nel proporre l’archeologia industriale tra le tematiche archeologiche, il film si caratterizza per l’impianto complesso che sa sapientemente utilizzare più fonti documentarie (film, fotografia, archivi) armonizzate all’interno di una struttura discorsiva organica, coerente e coinvolgente. Le tecniche impiegate si apprezzano per la loro pregevole efficacia, non disgiunta da una indubitabile valenza empatica valorizzata anche dalla forza della semplicità. Si considera raggiunto l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico verso l’opportunità di valorizzare il patrimonio storico-culturale locale, anche come esempio da replicare.

La giuria intende segnalare il film: 
“Le char chinoise. A l’origine du premier empire” regia di Julia Clark (Inghilterra, 2015)
che tratta il tema con grande rigore utilizzando più fonti documentarie, sia storiche sia archeologiche. Possiede un forte impatto comunicativo dovuto, oltre alla sapienza tecnica, anche alla capacità di coniugare la valenza scientifica con la finalità educativa e divulgativa.

 

Premio “Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria”
al miglior film di archeologia preistorica da una giuria composta da:
Fabio Martini (archeologo), Domenico Lo Vetro (archeologo), Silvia Casciarri (archeologo), Federico Micali (regista)

La giuria ha deliberato di assegnare il premio Museo Fiorentino di Preistoria ex equo a due film:

“De l’art au temps des dinosaures?” (Arte al tempo dei dinosauri?)
di Jean-Louc Bouvret e François-Xavier Vives, Francia, 2016
Il film, dal titolo ironico e provocatorio, possiede un solido rigore scientifico, garantito dalla professionalità e dall’esperienza dei due archeologici che accompagnano lo spettatore alla scoperta delle figurazioni rupestri che campeggiano sulle pareti rocciose dei suggestivi canyon del West americano, nella terra degli Indiani Hopis. Con perizia metodologica viene illustrata la vera natura di queste opere, sgombrando il campo dalle interpretazioni fantasiose e improbabili proposte in passato. Viene pienamente raggiunto l’obiettivo didattico e divulgativo che non poteva essere trascurato proponendo una simile tematica. La perizia filmica inserisce la narrazione in una intrigante cornice paesaggistica, a tratti spettacolare, che non fa comunque trascurare le innegabili risorse stilistiche e la qualità della fotografia e del suono.

“Ercole Contu e la scoperta della Tomba dei Vasi Tetrapodi”
di Andrea Fenu, Italia, 2016-17
Originale nell’impostazione, costantemente in bilico tra resoconto scientifico ed esperienza umana dell’archeologo, il film narra la scoperta di un importante monumento preistorico della Sardegna attraverso la memoria del suo scopritore che accompagna gli allievi presenti alle riprese e contestualmente lo spettatore all’interno della tomba illustrandone l’importanza. Lo stile impiegato, semplice ed essenziale, è al servizio del contenuto e l’assetto formale, volutamente mai spettacolare, vuole sottolineare la dimensione umana del rito cui affidare la memoria dei defunti e anche la semplicità e la modestia con cui la scienza deve rivolgersi al passato. Molto efficace è l’uso della lingua sarda senza doppiaggio. Il film si apprezza anche per l’armonia tra mezzo stilistico e carica empatica. Il film bene rappresenta in questa rassegna la capacità di utilizzare sapientemente non solo la tecnica ma anche l’emozione, che è una essenziale componente dell’estetica.

 

La giuria intende inoltre segnalare il brevissimo filmato
“Uma historia con 29000 anos” (La sepoltura del bambino di Lapedo 29.000 anni fa: una ricostruzione ideale) di Diogo Vilhena, Portogallo 2015
È una efficace suggestione mediante rapide immagini che in soli cinque minuti narrano e contestualmente coinvolgono lo spettatore nella sepoltura di una bambina paleolitica ad opera dei suoi familiari. Il mezzo stilistico impiegato, la qualità della fotografia, l’uso del colore per sottrazione creano un forte ambito emozionale nel quale chi osserva diventa attore e partecipa al tragico evento. Pregevole esempio in questa rassegna di armonia e concordanza tra mezzo e contenuto, il filmato emerge anche per la sua originalità in termini di breve durata, la quale, grazie al ritmo perfettamente equilibrato della narrazione, diventa un punto di forza del prodotto filmico.

 

Premio “WebAward” 
al film che più ha saputo coniugare l’intento didattico con quello divulgativo e ha presentato la scoperta o lo studio archeologico come facente parte del tessuto storico e sociale di una comunità.

Giuria: Andrea Bellotti (Let’s Dig Again), Stefania Berutti (Memorie dal Mediterraneo), Giovina Caldarola (Aquinum), Marta Coccoluto (giornalista), Astrid D’Eredità  (Archeopop), Antonia Falcone (Professione Archeologo), Marina Lo Blundo (Generazione di Archeologi), Mattia Mancini (DjedMedu), Domenica Pate (Professione Archeologo), Paola Romi (archeologa), Michele Stefanile (Archeologia Subacquea Blog), Alessandro Tagliapietra (Archeologia Subacquea Blog)
assegnato a:

“La casa dei dirigibili. L’Hangar di Augusta tra passato e presente”
Regia: Lorenzo Daniele – Nazione: Italia – Durata: 45’ – Anno di produzione: 2016, riedizione 2018 – Produzione: Fine Art Produzioni srl e Alzati Augusta Ass. Culturale – Consulenza scientifica: Ilario Saccomanno, Antonello Forestiere

Il film ha saputo unire gli aspetti della divulgazione scientifica e del coinvolgimento sociale della comunità di riferimento, in questo caso gli abitanti di Augusta. Il soggetto del film è stato infatti trattato da un punto di vista sia storico che archeologico; l’hangar di Augusta è stato seguito dalla sua origine, molto ben contestualizzata storicamente, fino alla sua “terza vita” e all’impatto che questo vero e proprio monumento ha oggi sulla vita della comunità. Il premio riconosce, dunque, non solo il valore tecnico di un lavoro di qualità e coinvolgente nel ritmo narrativo, ma anche il valore sociale di una ricerca scientifica che mira chiaramente a ricucire uno strappo tra la Storia con la maiuscola, e le storie degli abitanti di Augusta.

Classifica top 20
(42 film in concorso)

1° Le mystérieux volcan du Moyen-Âge
Il misterioso vulcano del Medioevo
Regia: Pascal Guérin – Nazione: Francia – Produzione: Kwanza, CNRS Images, Blink Films, IRD

2° Le harem du Pharaon-Soleil
L’harem del Faraone del Sole
Regia: Richard Reisz – Nazione: Inghilterra – Produzione: TV6 Production en association avec ARTE France

3° Enquêtes archéologiques. Persépolis, le paradis perse
Indagini archeologiche. Persepoli, il paradiso persiano
Regia: Angès Molia, Raphaël Licandro – Nazione: Francia – Produzione: Christie Molia

4° A gigantic jigsaw puzzle: the epicurean inscription of Diogenes of Oinoanda
Un gigantesco puzzle: l’iscrizione epicurea di Diogene di Oinoanda
Regia: Nazım Güveloglu – Nazione: Turchia – Produzione: The Middle East Technical University

 Mésopotamie, une civilisation oubliée
Mesopotamia, una civiltà dimenticata
Regia: Yann Coquart  – Nazione: Francia – Produzione: Un film à la patte, CNRS Images, Arte France

6° Terra X – Sensationsfund in Brasilien
Terra X – Ritrovamenti sensazionali in Brasile
Regia: Peter Prestel, Saskia Weisheit – Nazione: Germania – Produzione: Peter Prestel Filmproduktion, ZDF 

7° La tombe de Gengis Khan, le secret dévoilé
La tomba di Gengis Khan, il segreto svelato
Regia: Cédric Robion – Nazione: Francia – Produzione: Blanche Guichou / AGAT Films & Cie

8° Chambord, le chateau, le roi et l’architecte
Chambord, il castello, il re e l’architetto
Regia: Marc Jampolsky – Nazione: Francia – Produzione: Gedeon Programmes, Stéphane Milliere, Corine Janin, CNRS, INRAP, CMN

9° La Cité Interdite revelée
La Città Proibita rivelata
Regia: Ian Bremner – Nazione: Inghilterra – Produzione: Lion TV

10° Le acque segrete di Palermo
Regia: Stefania Casini – Nazione: Italia – Produzione: Bizef Produzione Srl 

11° The kingdom of salt. 7000 years of Hallstatt
Il regno del sale. I 7000 anni di Hallstatt
Regia: Domingo Rodes – Nazione: Spagna – Produzione: Fundacion de la C.V. Marq, Departamento de Imagen Diputacion Provincial de Alicante 

12° Enquêtes archéologiques. Le crépuscule des Mochicas
Indagini archeologiche. Il crepuscolo dei Mochica
Regia: Angès Molia, Nathalie Laville – Nazione: Francia – Produzione: Christie Molia 

13° Enquêtes en eaux profondes – Le naufrage du Francesco Crispi
Indagini in profondità – Il naufragio del Francesco Crispi
Regia: Guilain Depardieu, Frédéric Lossignol – Nazione: Francia – Produzione: Gedeon Programmes, Drassm

14° Great human odyssey
La grande odissea umana
Regia: Niobe Thompson – Nazione: USA – Produzione: NOVA 

15° Traianus – optimus princeps
Regia: Livio Zerbini, Giovanni Ganino – Nazione: Italia – Produzione: LAD (Laboratorio di studi e ricerche sulle Antiche province Danubiane), Università di Ferrara

16° De l’art au temps des dinosaures?
Arte al tempo dei dinosauri?
Regia: Jean-Luc Bouvret, François-Xavier Vives – Nazione: Francia – Produzione: Gabriel Chabanier/Le Miroir

17° Iceman Reborn
Regia: Bonnie Brennan – Nazione: USA – Produzione: WGBH Educational Foundation, NOVA Production by Bsquared Media for WGBH Boston in association with ARTE France

18° La casa dei dirigibili. L’Hangar di Augusta tra passato e presente
Regia: Lorenzo Daniele – Nazione: Italia – Fine Art Produzioni srl, Alzati Augusta Ass. Culturale

19° Secret of Sakdrisi
Il segreto di Sakdrisi
Regia: Toma Chagelishvili – Nazione: Georgia – Produzione: Broadcasting Company “Rustavi2”

20° Marly, le château disparu du Roi Soleil
Marly, il castello scomparso del Re Sole
Regia: Laurent Marmol, Frédéric Lossignol – Nazione: Francia – Produzione: Gedeon Programmes, Stéphane Milliere, Corine Janin, Histoire